Marted 22 Gennaio18:36:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Le prospettive economiche del territorio di Rimini nel convegno del 4° Festival dell’Industria

Attualità Rimini | 15:00 - 25 Maggio 2018 Le prospettive economiche del territorio di Rimini nel convegno del 4° Festival dell’Industria

Come sarà la Rimini futura? Sul suo potenziale e sulle prospettive economiche del territorio si sono confrontati venerdì Paolo Maggioli Presidente di Confindustria Romagna, Andrea Gnassi Presidente Provincia di Rimini e Maurizio Moretti Presidente Camera di Commercio della Romagna. Il dibattito si è tenuto al Grand Hotel di Rimini in occasione del primo appuntamento riminese del 4° Festival dell’Industria e dei Valori di Impresa che si svolgerà fino al 12 luglio a Rimini e Ravenna. Nel convegno, moderato da Matteo Naccari de Il Resto del Carlino, si è parlato dei punti di forza su cui puntare e delle debolezze da risolvere per permettere alla provincia di crescere.
Manifattura e turismo, infrastrutture, cultura e innovazione, questi alcuni dei temi trattati.
 
Paolo Maggioli Presidente Confindustria Romagna
 “Noi crediamo in Rimini, nel suo presente e soprattutto nel suo futuro. Abbiamo scelto di realizzare i nostri progetti di impresa nei vari comuni della provincia nella convinzione che siano il contesto giusto. Qua ci sono professionalità, idee, intraprendenza, voglia di fare. Qualità che in passato ci hanno permesso di inventare modelli diventati esempio nel mondo e che oggi dobbiamo riscoprire. Certamente restano nodi da sciogliere e difficoltà da superare per realizzare la Rimini futura, ma il dinamismo che si respira è promettente e stimolante. È arrivato il momento di guardare avanti e pensare a un nuovo tempo, di costruire una nuova identità e di farlo insieme”.
 
Andrea Gnassi Presidente Provincia di Rimini
“Il futuro di Rimini, il suo sviluppo, il suo benessere, la conferma della sua leadership nel settore del turismo e dei servizi alla persona, si sintetizza in una parola: qualità. Gli interventi di rigenerazione urbana e di valorizzazione dell’asset della cultura e dell’arte - che paradossalmente stanno avendo più riconoscimenti dall’esterno (New York Times, Lonely Planet) che dall’interno - hanno l’obiettivo di veicolare nuovi flussi di visitatori (500/600 mila presenze in più rispetto alle attuali), soprattutto stranieri. Questo spingerà il tessuto imprenditoriale a rinnovarsi e a puntare sempre più sulla qualità, in un circolo virtuoso all’altezza dei grandi hub mondiali del turismo”
 
Fabrizio Moretti Presidente Camera di Commercio della Romagna
 "L’iniziativa di oggi rappresenta un’occasione di riflessione e di confronto importante perché coniuga il tema strategico del ruolo dell’industria nello sviluppo con quello cruciale dei valori di impresa. Approccio particolarmente significativo per la società e l’economia riminese che è sempre stata caratterizzata da un elevato dinamismo e da una particolare capacità di trasformare le proprie potenzialità in prospettive concrete. Attraverso un piano mirato e intenso di iniziative, la Camera di commercio è impegnata a delineare per Rimini e per tutta la Romagna strategie di lungo periodo per sostenere lo sviluppo del territorio, delle imprese e delle persone in un’ottica di innovazione e orienta le sue azioni per migliorare la competitività e per promuovere una crescita intelligente sostenibile e inclusiva”.