Marted 19 Marzo02:05:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, finestrelle abusive: la vedova di Lucio Battisti rinviata a giudizio per calunnia

Cronaca Rimini | 21:20 - 24 Maggio 2018 Rimini, finestrelle abusive: la vedova di Lucio Battisti rinviata a giudizio per calunnia

La vedova del cantautore Lucio Battisti è stata rinviata a giudizio per calunnia nei confronti di una vicina di casa. Il processo si terrà il prossimo autunno, parallelo al procedimento che vede imputati per falsa testimonianza il figlio, un'amica e vicina della vedova Battisti e un artigiano. Quest'ultimo realizzò dei lavori nel 2011 per conto della vedova Battisti e proprio questo intervento scatenò la reazione della vicina, che decise di adire le vie legali. Al centro della diatriba alcune finestrelle: la famiglia Battisti spiegò che negli anni '80 erano state realizzate dall'interno dell'abitazione, con vetri oscurati, per ragioni di privacy, per impedire cioè che folle di curiosi si fermassero per vedere l'artista intento a suonare la chitarra e comporre canzoni. Vetri che poi erano stati cambiati nel 2011, ma l'intervento risaliva a 30 anni fa. Una ricostruzione negata dalla controparte, che ha fatto partire dunque la denuncia per falsa testimonianza. La guerra a carte bollate è proseguita: contro denuncia della vedova Battisti alla vicina per calunnia, procedimento poi archiviato, e ora è proprio la moglie del celebre cantautore a dover rispondere dello stesso reato.