Sabato 16 Febbraio09:22:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, truffano turista con il gioco delle 'tre campanelle: assolti tre rumeni dopo sette anni e quattordici udienze

Cronaca Rimini | 06:58 - 20 Maggio 2018 Rimini, truffano turista con il gioco delle 'tre campanelle: assolti tre rumeni dopo sette anni e quattordici udienze

Ha perso 150 euro al gioco delle campanelle, ma ha cercato di farsi restituire parte del denaro, venendo allontanata bruscamente. Una turista austriaca si è "vendicata" il giorno successivo, denunciando i "pallinari" per rapina. Dopo quattordici udienze, il processo si è concluso con l'assoluzione di tutti e tre i cittadini rumeni imputati, uno difeso dagli avvocati Andrea Muratori e Michela Tonti, gli altri dall'avvocato Alessandro Sarti. I "pallinari" tornano protagonisti delle cronache di Rimini, anche se in questo caso l'accusa era quella di rapina. E il processo si è chiuso il 15 maggio con esito favorevole per gli imputati, che, il 19 luglio del 2011, si erano appostati con il loro banchetto in piazza Marvelli. Tra i turisti "spennati" anche una donna austriaca, che dopo una prima puntata di 50 euro, decise di giocare altri 100 euro, perdendo anche la seconda giocata. A quel punto cercò di farsi restituire parte del denaro perso, dicendo di essersi sbagliata, che avrebbe voluto puntare 50 euro anche la seconda volta. La sua richiesta venne respinta e uno dei rumeni l'allontanò con una spinta. Il giorno dopo la donna ritrovò i tre "pallinari" nello stesso posto e chiese l'intervento della Polizia Municipale. Dopo la denuncia, è stato avviato il procedimento giudiziario a carico dei "pallinari": un processo dilatato nei tempi, anche perché, per avere la testimonianza della persona offesa, sono servite sette richieste di rogatorie in Austria e quattro solleciti.