Venerdž 19 Aprile05:08:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, il Comune pensa alle telecamere per incastrare i furbetti dell'immondizia

Attualità Rimini | 14:05 - 17 Maggio 2018 Rimini, il Comune pensa alle telecamere per incastrare i furbetti dell'immondizia

Il Comune di Rimini sta valutando l'opportunità di utilizzare telecamere mobili per immortalare e identificare chi abbandona i rifiuti. Le telecamere verrebbero installate nelle zone considerate maggiormente critiche, spiega l'Assessore all'Ambiente del Comune di Rimini, Anna Montini. Nel contempo però sono già aumentati i controlli effettuati dalle GEV di Rimini, le Guardie Ecologiche Volontarie, incaricate dall'Amministrazione Comunale di vigilare sul conferimento dei rifiuti urbani e sull'utilizzo dei contenitori di rifiuti. Negli ultimi tre anni sono stati 476 i sopralluoghi, 292 i verbali; nel 2017 sono stati rispettivamente 187 e 128, con sanzioni per oltre 13.000 euro.  Oltre al controllo delle 1.600 isole ecologiche, le Gev sono impegnate in controlli, selettivi e non generalizzati, dei sacchetti contenenti rifiuti e dei rifiuti abbandonati fuori dai cassonetti stradali, per assumere informazioni per identificare il trasgressore o per segnalare malfunzionamenti al gestore del servizio di raccolta.