Mercoled 20 Febbraio08:45:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giovane di colore minaccia donna, giovani sammarinesi attaccano il razzismo social: 'caccia alle streghe'

Attualità Repubblica San Marino | 13:05 - 10 Maggio 2018 Giovane di colore minaccia donna, giovani sammarinesi attaccano il razzismo social: 'caccia alle streghe'

Ha provocato forti polemiche l'episodio di cronaca avvenuto a Borgo Maggiore nella serata di venerdì, quando un ragazzo di colore avrebbe importunato una donna per avere del denaro, arrivando a minacciarla. Un gruppo di ragazzi sammarinesi (Alessia Paolini, Anna Rita Podeschi, Beatrice Giorgini, Carla Cervellini, Caterina Pacelli, Davide Baciocchi, Giulia Galassi, Larry Jaramillo, Martina Toccaceli, Michele Sapignoli), appartenenti a diverse associazioni locali, ha inviato una lettera aperta alle redazioni, denunciando "gravi episodi di intolleranza", non limitati solamente ai commenti sui social network, fermo restando "la vicinanza alla vittima che ha raccontato di essere stata aggredita da una persona di colore che voleva portarle via la borsa". I giovani sammarinesei raccontano di un'aggressione alla casa San Michele, dove alcune persone si sono riversate, gridando "Dove sono i negri?", chiedendo che due ragazzi provenienti dal Gambia, ospitati nella struttura, uscissero per affrontare la folla. "Caccia alle streghe", perché una volta riconosciuti i due come non "colpevoli", una persona del gruppo chiedeva di entrare nell'edificio per ispezionarlo, insinuando il nascondimento di una terza persona. Il secondo episodio raccontato è quello di alcuni lavoratori stranieri di una cooperativa italiana, che stavano frequentando un corso di formazione presso un'azienda sammarinese, fotografati e messi alla gogna sui social. "Stereotipi, accuse, insulti e incitamento all’odio sono stati i protagonisti più evidenti sulle piazze social sammarinesi, arrivando addirittura in certi casi ad augurare la morte", si legge nella nota. L’invito dei giovani sammarinesi "è quello di dissociarsi da qualunque manifestazione di odio".