Marted́ 22 Gennaio21:21:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Governo, ipotesi voto 8 luglio, sindaco Gnassi: 'Follia votare per la Notte Rosa'

Attualità Rimini | 18:18 - 07 Maggio 2018 Governo, ipotesi voto 8 luglio, sindaco Gnassi: 'Follia votare per la Notte Rosa'

Di fronte all'ipotesi di un voto anticipato l'8 luglio, avanzata dal leader della Lega, Matteo Salvini, "prima di ogni ragionamento turistico, dico che solo pensare di andare due volte alle urne nell'arco di pochi mesi è folle". E "da sindaco di Rimini aggiungo che questa follia sarebbe moltiplicata per 10 se l'ipotesi di data fosse davvero l'8 lu glio. Nel bel mezzo dell'estate...". Così, il primocittadino della città romagnola, Andrea Gnassi, commenta il possibile voto estivo che cadrebbe proprio nei giorni in cui la Riviera romagnola festeggia la 'Notte Rosa', il 'Capodanno dell'estate' che per tre giorni propone tantissimi eventi lungo tutta la costa dell'Emilia-Romagna e cui l'anno scorso hanno preso parte circa 2,5 milioni di persone.
"L'8 luglio non è il momento - ha aggiunto - tra vacanze e settimana della Notte Rosa. Ma se a prevalere sono i giochini poli ti ci staccati da qualsiasi realtà, mi aspetto che questi come data alternativa propongano il Ferragosto". A giudizio del sindaco della cittàromagnola tornare alla consultazione elettorale sarebbe "folle perché questa situazione è dovuta principalmente all'egoismo eall'incapacità di fare politica da parte di tutti i partiti e i movimenti, a partire da quelli che hanno vinto lo scorso marzo".
In caso di voto l'8 luglio, ha sottolineato, "più che il turismo credo che il vero danneggiato sarebbe l'affluenza alleurne. Svilire  così una conquista come il diritto di voto fa rabbia. Rimini sono sicuro non subirebbe un danno ma l'Italia intera sì".
Secondo Gnassi, ancora, "democrazia è trovare il luogo e il momento migliore affinché la gente possa andare a votare. E l'8 luglio non è questo momento, tra vacanze e settimana della notte rosa che già oggi per noi significa il tutto esaurito con le prenotazioni. Ma - ha concluso e ribadito - se a prevalere sono i giochini politici staccati da qualsiasi realtà, mi aspetto che questi come data alternativa propongano il Ferragosto".