Venerdý 28 Gennaio04:21:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, accoltellò il rivale davanti a una discoteca. Condannato, ma la pena è sospesa

Cronaca Rimini | 06:30 - 22 Febbraio 2018 Rimini, accoltellò il rivale davanti a una discoteca. Condannato, ma la pena è sospesa

E' stato condannato a 2 anni di reclusione, ma si è giovato della sospensione della pena, l'italo peruviano che fu protagonista di una lite, sfociata in un accoltellamento, in una nota discoteca di Rimini, nella notte tra il 23 e il 24 gennaio 2017. Difeso dall'avvocato Enrico Graziosi, l'imputato ha rischiato una pena più grande, ma l'accusa di tentato omicidio è stata derubricata in lesioni pluriaggravate. Un battibecco tra l'italo peruviano e la sua fidanzata, una ragazza cubana, provocò l'intervento di un tunisino e la successiva lite tra i due gruppi. Il confronto avvenne fuori al locale: l'italo peruviano fu colpito alla testa dal rivale, armato di bottiglia, che minacciò anche di tirargli addosso un sampietrino. A quel punto tirò fuori un coltello con cui colpì il nordafricano all'addome. Secondo la tesi difensiva, l'imputato non ebbe intenzioni aggressive, ma fu un eccesso colposo, a fronte dell'aggressione che aveva subito: per questo sarà presentato ricorso alla Corte d'Appello di Bologna.

< Articolo precedente Articolo successivo >