Lunedý 05 Giugno06:54:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giro d'Italia Under 23 parte in Romagna a giugno, a Riccione la prima tappa

Sport Riccione | 07:45 - 20 Febbraio 2018 Giro d'Italia Under 23 parte in Romagna a giugno, a Riccione la prima tappa

Torna la gara internazionale più attesa dai giovani ciclisti. Dal 7 al 16 giugno andrà in scena il 41° Giro d'Italia Under 23, l'edizione a tappe più ambita che in passato ha lanciato campioni come Moser e Pantani. L'appuntamento passerà anche a Riccione. Il sindaco Renata Tosi e l'assessore allo sport e turismo Stefano Caldari hanno partecipato lunedì mattina a Roma alla presentazione del 41° Giro d'Italia Under 23 in programma dal 7 al 16 giugno.

Si tratta della gara internazionale a tappe più attesa per i giovani talenti del ciclismo che in passato ha lanciato campioni come Francesco Moser e Marco Pantani. 'We make it possible' il claim della manifestazione presentata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri alla presenza del ministro dello Sport Luca Lotti, dei vice presidenti del Coni Franco Chimenti e Alessandra Sensini, del presidente della Federazione ciclistica italiana Renato Di Rocco e del commissario tecnico della nazionale Davide Cassani.

L'edizione 2018 prevede due tappe in più rispetto al 2017 con i corridori che dovranno pedalare per circa 1200 chilometri attraverso Emilia Romagna, Lombardia, Trentino e Veneto, nove frazioni dopo il prologo individuale di apertura,  e prenderà il via da Riccione per la prima tappa (Riccione-Forlì, 137,7 chilometri). "Siamo orgogliosi di essere tra i protagonisti di questa straordinaria manifestazione sportiva - ha dichiarato l'assessore Caldari - che conferma Riccione come punto di riferimento nazionale ed internazionale per il mondo del ciclismo. Ospitiamo ormai da tempo gli allenamenti degli Azzurri grazie alle caratteristiche del nostro territorio e all'accoglienza pregiata e ai servizi dei bike hotels: essere il luogo da cui parte il Giro d'Italia Under 23 è un importantissimo riconoscimento per il lavoro svolto in questi anni e ci invita ad investire ancora di più su un segmento così importante e qualificante del nostro turismo e della nostra vocazione a città del benessere e dello sport".  

L'Assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini: “Con 300mila arrivi e 1,4 milioni di presenze cicloturistiche sul territorio nell’ultimo anno, l’Emilia-Romagna è prima regione italiana per diffusione di piste ciclabili e seconda per il turismo bike. Questa manifestazione, con le tre tappe nel cuore della Wellness Valley, rappresenta per il nostro territorio una preziosa un’opportunità culturale ed economica. In Emilia-Romagna il movimento outdoor è al primo posto 365 giorni all’anno con un fitto e prestigioso calendario di eventi internazionali, dall’Ironman alle 10 Granfondo regionali che attirano migliaia di sportivi, per l’85% stranieri

< Articolo precedente Articolo successivo >