Mercoledý 01 Dicembre06:11:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stanco di aspettare dà in escandescenze al pronto soccorso pediatrico, il medico lo denuncia. Sarà processato

Cronaca Rimini | 06:39 - 11 Febbraio 2018 Stanco di aspettare dà in escandescenze al pronto soccorso pediatrico, il medico lo denuncia. Sarà processato

Aveva accompagnato il figlio 14enne all'ospedale Infermi di Rimini, ma indispettito dai tempi di attesa, a causa della coda che si era formata al pronto soccorso, diede fortemente in escandescenze, finendo per fare irruzione nell'ambulatorio. Un 44enne albanese, residente a Bellaria, sarà processato tra qualche settimana per il reato di interruzione di pubblico servizio, difeso dall'avvocato Nicolò Durzi. I fatti avvennero il 22 luglio del 2015, intorno a mezzogiorno. Il figlio adolescente del 44enne era in coda al pronto soccorso pediatrico per far cambiare una medicazione. Il padre, arrabbiato perché altri pazienti ritenuti più urgenti gli erano passati avanti, decise di passare in azione. Bussò con forza e insistenza alla porta dell'ambulatorio, per poi entrarvi, mentre la dottoressa stava visitando un'altra bambina. "Sono stanco di aspettare, è ora di smettere di fare entrare chi vuole lei", disse l'uomo alla dottoressa, prima di chiederle nome e cognome, perché intenzionata a denunciarla. In risposta la donna allertò la Polizia. Prima dell'arrivo degli Agenti, il 44enne si era già dileguato, ma fu rintracciato, poiché i dati del figlio erano già stati registrati nel pronto soccorso.

< Articolo precedente Articolo successivo >