Venerdė 15 Ottobre22:41:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Esempio di integrazione, oltre 1000 stranieri si iscrivono alla scuola di italiano di Rimini

Attualità Rimini | 13:44 - 31 Gennaio 2018 Esempio di integrazione, oltre 1000 stranieri si iscrivono alla scuola di italiano di Rimini

Oltre duemila ore di lezioni, 1136 iscritti (106 in più rispetto il precedente anno scolastico), 33 corsi attivati, 34 insegnanti volontari; questi in estrema sintesi i principali numeri dei corsi di lingua italiana per stranieri attivati nell’anno scolastico 2016-2017 che si svolgono perlopiù alla casa dell'intercultura “Aylan Kurdi” (negli spazi sociali e ricreativi creati all’interno del complesso di edilizia pubblica di via Toni) oltre che al grattacielo di Rimini, al Centro giovani Rimini 5 e in altri sedi sul territorio provinciale.

I corsi, gestiti dall’Associazione Arcobaleno, sono rivolti ai maggiorenni stranieri presenti nel territorio riminese, e prevedono anche la possibilità di sostenere esami riconosciuti, tra cui anche quello indispensabile per ottenere il permesso di soggiorno.I partecipanti ai 33 corsi di italiano, della durata media di 64 ore, sono stati curati da 34 insegnanti, quasi tutti (32) volontari. Circa il 30% degli iscritti sono donne, il 49% proviene dall’Africa e il 24% dall'Asia, dati che si mantengono costanti rispetto allo scorso anno. Il gruppo nazionale più presente è quello nigeriano, che rappresenta il 14% dell'utenza adulta della scuola (con 166 iscritti). Seguono quello pakistano (8%,92 iscritti), ucraino (7%,82 iscritti) e quelli marocchino e senegalese (rispettivamente il 6% e 7% con 70 e 68 iscritti). La presenza all'interno della scuola riflette in maniera dinamica la composizione di migranti all'interno della nostra comunità, sia come paesi di provenienza che come tipologia di migrante. Tra i frequentanti infatti si sono registrati anche tanti richiedenti asilo caratterizzati da età giovane e bassa scolarità, ma anche da grande assiduità, impegno e frequenza.

“Un servizio a favore di un’integrazione vera e quotidiana – è il commento di Gloria Lisi, Vice Sindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini – che mettiamo al servizio di una reale inclusione dei migranti nel nostro tessuto sociale. Corsi di italiano, ma anche momenti di scambio culturale e conoscenza degli usi e dei costumi locali. Grazie al lavoro volontario di tanti insegnanti riusciamo a portare avanti un'ampia offerta formativa che ogni anno cresce all'aumentare delle richieste. Un microcosmo che racconta di storie e vite diverse, spesso ai margini, ma che con tenacia e grande entusiasmo vedono anche in questi corsi una possibilità di riscatto e la possibilità di una nuova vita pienamente integrata”.

< Articolo precedente Articolo successivo >