Luned 14 Ottobre09:03:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dopo il successo TV, Magic Voice torna a scrivere poesie e cantare: 'Umberto Tozzi dovrebbe ringraziarmi'

Attualità Rimini | 06:36 - 04 Febbraio 2018 Dopo il successo TV, Magic Voice torna a scrivere poesie e cantare: 'Umberto Tozzi dovrebbe ringraziarmi'

La gente di Rimini lo sa che Magic Voice sa cantare, che sa regalare un sorriso con le sue danze, così cantare gli tocca, per tutta la vita. Lo introduciamo parafrasando i versi del poeta De André: si chiama Francesco Giancaspro, tutti lo conoscono come Magic Voice, ex lavapiatti, artista di strada. Da Molfetta a Rimini, sua città adottiva, della quale adora soprattutto il mare. La sua canzone più famosa è "Ciao ciao Lulù", protagonista la mitica Lulù cantata da Umberto Tozzi, un omaggio a un cantante molto amato da Magic Voice: "La canzone è nata come la storia di un uomo che ha avuto tante sfighe nella vita e in amore", racconta Magic. In effetti il malcapitato è lasciato da quattro donne, una per colpa della madre di lei, un'altra non voleva essere amata da un muratore, ma poi avrà quattro figli da un muratore; poi c'è lei, Lulù, che però è l'amore di Umberto Tozzi. "Mi preme sottolineare che io non ho copiato nulla da Umberto Tozzi, anzi lui dovrebbe ringraziarmi, gli ho fatto tanta pubblicità!". Prima di "Ciao ciao Lulù" però l'artista di strada di origine pugliese aveva inciso un altro singolo di successo, "Tra Zim Tra Zum", che presentò nel 1993 in diretta tv sulla Corrida, a Canale 5, il celebre programma di Corrado: "Quella è stata una delle più grandi esperienze che ho avuto, ho conosciuto una televisione di una certa stirpe", ricorda Magic Voice, che in tv è apparso anche a "Italia's got talent" e recentemente a "Si ques tu vales": "Sono arrivato a un passo dalla finale, l'ho mancata per un calcio di mosca, ma non me lo dico da solo, fan e non fan mi hanno tutti detto che avrei meritato un finale migliore". Oggi Magic Voice continua a passeggiare per le vie del centro di Rimini, portando colore, note e poesia. Ferma i passanti, soprattutto donne, dedicando loro emozionanti versi che scrive a penna su fogli di carta, circondato da passanti chini sullo smartphone, intenti a scrivere con i moderni programmi di messaggistica. Ma Magic Voice è fuori dal tempo, resiste ai cambiamenti del tempo, genio visionario, come quando ha composto "Dinosauri sulla terra", nel periodo in cui imperversava la moda di Jurassic Park: "Mi credevano in pochi quando ho scritto questa canzone, ma con tutte queste scoperte di fossili i dinosauri sono tornati davvero, non li vogliono sviluppare, ma hanno tutto pronto, potrebbero farli tornare da subito". In quella canzone Magic Voice si definiva erede dei dinosauri. Oggi si definisce cantante e poeta: "Le mie canzoni sono state sempre poesie e le poesie le scrivevo anche prima, vero è che da qualche anno mi sono fatto scoprire più poeta". Ad ogni modo l'esperienza televisiva di "Si ques tu vales" è servita anche "per far vedere alla gente che sono ancora un cantante, essere andato su una televisione come Canale 5 che ti vedono tutti ha dato la conferma che sono ancora completo, come lo ero prima". Orgoglioso, amante della vita, sensibile e gioioso; un musicista che, sempre parafrasando De Andrè, la libertà l'ha vista svegliarsi, ogni volta che ha cantato. Perché Francesco ha scelto da vivere da uomo libero e di regalare note e tanti sorrisi ai riminesi di ogni età. 

Riccardo Giannini