Giovedý 21 Ottobre02:11:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pennabilli, un cortometraggio girato degli alunni sarà proiettato per il giorno della Memoria

Attualità Pennabilli | 17:23 - 25 Gennaio 2018 Pennabilli, un cortometraggio girato degli alunni sarà proiettato per il giorno della Memoria

Il 26 e il 27 gennaio saranno due giornate ricche di emozioni per gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Pennabilli. In occasione della Giornata della Memoria si rifletterà sul passato attraverso le immagini e il cinema. Il 26 gennaio gli alunni delle classi quinte della scuola primaria e delle classi terze della scuola secondaria di primo grado di tutti i plessi dell’Istituto avranno l’opportunità di assistere alla prima visione del film “Un sacchetto di biglie” tratto dall’omonimo romanzo di Joseph Joffo. Christian Duguay, il regista di Belle & Sebastien, farà vivere sul grande schermo la vera storia di due giovani fratelli ebrei nella Francia occupata dai tedeschi che, con una dose sorprendente di astuzia, coraggio e ingegno riescono a sopravvivere alle barbarie naziste e a ricongiungersi alla famiglia. L’iniziativa è resa possibile grazie alla disponibilità del cinema Gambrinus di Pennabilli e alla preziosa collaborazione dei comuni di Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Maiolo e Casteldelci. Il 27 gennaio alle ore 9:30 le istituzioni e gli alunni si ritroveranno poi presso la sede centrale dell’Istituto per ascoltare i testimoni e le Associazioni e per condividere il lavoro svolto in classe nelle attività relative al progetto di “Educazione alla Memoria”: gli alunni di terza da spettatori diventeranno protagonisti mostrando un cortometraggio sui luoghi della memoria del nostro territorio , accompagnati dagli alunni di quinta della scuola primaria con i loro pensieri di pace. 

Il progetto di “Educazione alla memoria” è un’attività di Istituto che vede impegnati in prima linea tutti i docenti di storia e gli alunni di tutti i plessi. L’attività proseguirà con lo studio della linea gotica e della storia locale per concludersi con la commemorazione della strage nazifascista di Fragheto, il 7 Aprile. Conoscere il passato è il primo passo per costruire un futuro di pace.

Citando Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz e senatore a vita: "La prima libertà è quella dall'odio" .

< Articolo precedente Articolo successivo >