Venerd́ 19 Aprile05:32:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Segretario comunale rischia 12 anni di carcere. Costringeva la collega a rapporti sessuali negli uffici in orario di lavoro

Cronaca Valconca | 05:44 - 20 Gennaio 2018 Segretario comunale rischia 12 anni di carcere. Costringeva la collega a rapporti sessuali negli uffici in orario di lavoro

Dodici anni di reclusione, uno per ogni anno in cui, secondo le accuse, avrebbe violentato una sua collega 39enne. E' la pena che ha richiesto il Sostituto Procuratore Paola Bonetti nei confronti di un 62enne riminese, ex segretario comunale di un Comune della Valconca, accusato di violenza sessuale aggravata e continuata. La sentenza è attesa per il prossimo 9 marzo: l'uomo, difeso dall'avvocato Piero Venturi, ha negato le accuse, sostenendo che gli oltre mille rapporti sessuali tra lui e la donna, iniziati nel 2000, fossero tutti consensuali. Una nuova udienza di questo delicato processo si è tenuta venerdì 19 gennaio. La 39enne, affetta da epilessia, avrebbe subito il primo abuso proprio nel suo primo giorno di lavoro. I rapporti sessuali avvenivano nel bagno, sulla scrivania dell'ufficio o sul termosifone. La donna confidò a uno psicoterapeuta i fatti, mentre in udienza ha confessato di non averne parlato prima per paura dell'uomo e soprattutto di perdere il lavoro. Un'accusa rigettata dall'imputato, che al contrario ha riferito delle pressioni ricevute dalla donna affinché potesse farle ottenere un contratto a tempo indeterminato.