Giovedý 28 Ottobre23:05:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cade mentre trasporta alimenti in un pub e resta paralizzato, chiede 14 milioni di risarcimento

Cronaca Rimini | 07:08 - 16 Gennaio 2018 Cade mentre trasporta alimenti in un pub e resta paralizzato, chiede 14 milioni di risarcimento

Il 24 agosto del 2015 si verificò uno sfortunato e grave incidente sul lavoro a danno di un corriere, oggi 41enne, in un pub di Rimini. L'uomo trasportava prodotti alimentari e cadde mentre portava alcuni scatoloni di cibo nella cantina del locale: finì in coma cerebrale a causa di fratture multiple e di un'emorragia al cranio, condizione che lo constringe a vivere immobilizzato a letto. La vicenda ha avuto un seguito nelle aule di tribunale: a processo si trovano padre e figlio, di 66 e e 33 anni, rispettivamente il gestore e il proprietario del pub. Nell'udienza di lunedì 15 gennaio il giudice ha accolto la richiesta, avanzata dagli avvocati Luca Brugioni e Walter Giovanni Pari, di chiamare in causa l'assicurazione dei due imputati, che devono rispondere in primis di lesioni personali gravissime in concorso. Inoltre sono contestate delle specifiche violazioni alla normativa del lavoro, in materia infortunistica: al 33enne, il proprietario, il fatto che la scala della cantina avesse i gradini uno diverso dall'altro e fosse sprovvista di un corrimano; al padre il fatto di non aver provveduto, con il proprio personale, alla collocazione delle merci, mentre in sostanza a questo aveva provveduto l'autista. Sempre nell'udienza del 15 gennaio si è costituito parte civile lo zio del 41enne, mentre i familiari proseguiranno la causa civile. Il risarcimento chiesto è di 14 milioni di euro.

< Articolo precedente Articolo successivo >