Venerdė 13 Dicembre09:15:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Assaliti dai cani sul lungomare riminese: l'incubo dei podisti. Padroni poco responsabili

Attualità Rimini | 15:40 - 11 Gennaio 2018 Assaliti dai cani sul lungomare riminese: l'incubo dei podisti. Padroni poco responsabili

"Amo i cani, ma odio i loro padroni". Inizia così la mail di un nostro lettore, che lamenta una situazione insostenibile per chi come lui è appassionato podista e sceglie di dare sfogo alla propria passione sul lungomare tra Rimini e Cattolica. I "cahiers de doléances" del nostro lettore partono da un problema comune ai cittadini che scelgono il lungomare per una passeggiata: gli escrementi lasciati dai cani e non raccolti dai loro padroni. "Vi posso assicurare che è molto peggio dover evitare i loro morsi", questo perché molti lasciano il proprio cane, di taglia medio-grande, senza guinzaglio: l'animale, spesso attratto dai colori sgargianti delle divise dei podisti, punta il suo obiettivo fino a quando non l'ha raggiunto e morso. Se il podista riesce a schivare il morso, sono vane le rimostranze al padrone noncurante del comportamento del suo animale: "Se c'è ancora abbastanza fiato nei polmoni e azzardi una protesta vieni zittito subito". Così c'è chi rassicura dicendo "il mio cane non hai fatto male nessuno", chi è assicurato e promette un eventuale risarcimento danni, c'è anche chi fa l'indiano, come capitato al nostro lettore podista: "Non so l'italiano, non capisco". Oltre a battere record di velocità per evitare il morso dei cani, i podisti devono inoltre cimentarsi in un'ulteriore prova: il salto in alto del guinzaglio. I cani di piccola taglia infatti vengono tenuti al guinzaglio, ma il padrone, contraddistinto da notevole pigrizia, non segue i suoi movimenti: accade così che a un lato del marciapiede ci sia il padrone, dall'altro il cane, in mezzo il guinzaglio, bello teso: "sei così costretto ad improvvisarti anche saltatore in alto; quando è buio è anche peggio perché il guinzaglio non lo vedi proprio e ti ritrovi steso sull'asfalto". Il nostro lettore si appella al buon senso dei padroni: "amo i cani e tutti gli animali a 4 zampe in generale, sono quelli a 2 zampe che proprio non sopporto, ci sono delle leggi e vanno rispettate!".