Venerd́ 22 Ottobre00:28:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Vandali scatenati a Novafeltria, lampione rotto e bottiglie abbandonate. L'Amministrazione annuncia tolleranza zero

Attualità Novafeltria | 16:53 - 08 Gennaio 2018 Vandali scatenati a Novafeltria, lampione rotto e bottiglie abbandonate. L'Amministrazione annuncia tolleranza zero

Vandali in azione a Novafeltria, nella notte tra sabato 6 e domenica 7 gennaio. I danneggiamenti hanno coinvolto zone del centro storico non protette dalle telecamere: i vandali hanno rotto un lampione in via Curzio Neri, divelto due fioriere in via 24 Maggio, davanti ad un centro estetico, hanno rimosso dei paletti e imbrattato ovunque con bottiglie di vetro rotte e abbandonate. In via Gioacchino Rossini i residenti hanno lamentato altra sporcizia e persone che hanno urinato in strada. Non è la prima volta che la città di Novafeltria si risveglia la domenica mattina con i segni del passaggio di persone incivili: un'altra zona critica, secondo le segnalazioni dei residenti, è il tratto di via Mazzini che collega il corso a Piazzale Kennedy. L'Amministrazione Comunale di Novafeltria in via ufficiosa annuncia tolleranza zero verso i responsabili. Inoltre da tempo era stato avviato un dialogo con i Carabinieri per il potenziamento del circuito di videosorveglianza della città. In primis è al vaglio il collegamento delle telecamere già presenti nel centro storico con la Caserma dei Carabinieri (attualmente la visione è affidata al personale della Polizia Municipale, con i Carabinieri che intervengono in fattispecie di reato), in secondo luogo un potenziamento delle stesse, con esemplari di ultima generazione, a raggi infrarossi e ad alta definizione. Lo scopo non è solo intervenire contro fenomeni di vandalismo, ma reprimere i reati a 360° e svolgere attività di prevenzione, gestendo al meglio le segnalazioni su movimenti di auto sospette. L'Amministrazione è pronta al confronto con le forze dell'ordine, ma anche con i gestori dei bar e della discoteca Jolly, i responsabili della Caritas e delle cooperative sociali, in quanto episodi di vandalismo si sono registrati, negli ultimi mesi, anche in tutto il territorio comunale; un caso, al campo di calcetto a Secchiano, ha visto il coinvolgimento di alcuni dei migranti ospitati. In particolare potrebbero essere studiate delle ordinanze finalizzate al divieto di vendita o abbandono delle bottiglie di vetro. 

< Articolo precedente Articolo successivo >