Venerd 15 Dicembre12:07:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tassa di soggiorno, a Rimini si cambia: la pagano anche i privati che affittano case o camere per la vacanza

Attualità Rimini | 13:09 - 06 Dicembre 2017 Tassa di soggiorno, a Rimini si cambia: la pagano anche i privati che affittano case o camere per la vacanza

Anche i gestori delle “locazioni brevi”, gli affitti turistici sotto i trenta giorni, saranno definiti responsabili di imposta, per favorire il versamento dell’imposta di soggiorno e quindi contrastare l’evasione tributaria. E’ una modifica sostanziale oltre che formale quella che sarà introdotta nel regolamento dell’imposta di soggiorno del Comune di Rimini e oggetto di confronto oggi nell’ambito della I commissione consigliare.

Una modifica che arriva a seguito delle novità introdotte dal decreto legislativo 50/2017 in materia di locazioni brevi (e cioè inferiori a 30 giorni), alla cui preparazione ha contribuito in maniera importante anche il Comune di Rimini. Si vanno quindi a chiarire i ruoli e gli adempimenti  dei vari soggetti che intervengono nella riscossione e nel riversamento dell’imposta, definendo in maniera puntuale i nuovi obblighi di chi gestisce le locazioni brevi  in qualità di intermediari, anche tramite portali web (come Airbnb, Homeway, Casamundo), che vengono definiti responsabili dell’imposta. Nel nostro comune -  sottolinea – l’assessore al Bilancio Gian Luca Brasini - le locazioni brevi a scopo turistico erano già sottoposte all’imposta di soggiorno, ma con questa modifica si favorisce l’efficacia della riscossione e l’emersione di situazioni di ‘affitti in nero’, stabilendo anche una maggiore equità tra i gestori di servizi rivolti  all’accoglienza. Si tratta quindi di un ulteriore tassello nel contrasto all’evasione che, nonostante le diverse lacune normative, per quanto riguarda il nostro territorio registra una percentuale di riscossione positiva, che si attesta sul 63%. Se però con i gestori degli alberghi si è comunque condivisa una linea comune, per le locazioni brevi mancavano riferimenti più certi, ora introdotti dal decreto legislativo 50/2017”. 

“Il senso del DL 50/2017 - aggiunge l'assessore Brasini - è quello di definire un "campo di gioco" comune e regole certe per le strutture turistiche di tipo tradizionale e per le nuove forme di ospitalità. Non si può tenere verso qualsiasi forma di innovazione tecnologica che interessa i nostri stessi stili di vita  un approccio ‘antistorico’, ma è anche vero che queste nuove forme di impresa devono giocare ad armi con le imprese tradizionali, senza poter godere di benefici o esenzioni che le altre non hanno". 

Oltre alla definizione dei gestori delle locazioni brevi come responsabili di imposta, il regolamento introduce la norma secondo cui le modalità operative per il versamento dell’imposta e per consentire le attività di controllo, “potranno essere definite con atto convenzionale”.  Il  Comune in particolare è da mesi impegnato in trattative per trovare un’intesa  con Airbnb Ireland UC, il colosso dell'home sharing e nel giro di qualche settimana si prevede di arrivare alla sottoscrizione di una convenzione che, prendendo atto delle specificità tecnologiche della piattaforma, disciplina il pagamento dell’imposta direttamente sul sito web, al momento della prenotazione, oltre al relativo riversamento all’Amministrazione comunale.

Le azioni per il recupero dell’evasione si muovono su più fronti, con l’intervento e la collaborazione di vari enti. Ai procedimenti amministrativi (solleciti, diffide, ingiunzioni fiscali) e alla consolidata sinergia con la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate, su aggiunge anche l’attività della Corte dei Conti, che sta approfondendo le istruttorie relative ai gestori inadempienti per la costruzione di percorsi comuni  d’indagine mirati verso fattispecie a maggior rischio di evasione.

Concorso - Gioca e Vinci con Altarimini!
In palio Biglietti Brignano

Martedì 13 febbraio 2018 grande appuntamento con la comicità all'RDS Stadium di Rimini: col suo nuovo spettacolo Enrico Brignano, tra TV, cinema e teatro arriva a Rimini per una imperdibile tappa del suo nuovo tour intitolato 'Enricomincio da me'. Partecipa e vinci i biglietti. Note: il vincitore riceverà due biglietti. Vincitori e accompagnatori dovranno recarsi alla cassa con un documento di identita'. I loro nomi saranno già accreditati per l'ingresso gratuito.

Biglietti Brignano

Concorso n°116/2017 - Premi in palio: 1 coppia di biglietti

Scade il 15/01/2018

INIZIA A GIOCARE! Archivio Concorsi
Area SondaggiIl sondaggio

Rimini seconda città più pericolosa in Italia