Venerdì 22 Novembre00:03:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Irrompe in casa della ex rompendo un vetro, ma lo stalker trova il suocero che lo riempie di cazzotti

Cronaca Rimini | 17:23 - 09 Novembre 2017 Irrompe in casa della ex rompendo un vetro, ma lo stalker trova il suocero che lo riempie di cazzotti

Nonostante una denuncia per maltrattamenti e stalking, nonché un divieto di avvicinamento, aveva deciso di far visita all'ex moglie, in piena notte, rompendo il vetro di una porta-finestra. Un 39enne agente di commercio riminese, in una notte dello scorso settembre, si trovò però di fronte il suocero, un 55enne: nacque una colluttazione, conclusa con una nuova denuncia per lo stalker. Giovedì 9 novembre si è tenuta l'udienza del processo che vede imputato quest'ultimo per maltrattamenti verso l'ex moglie, 36 anni, e di stalking verso il suocero. Una prima violazione del divieto di avvicinamento alla donna, disposto nei suoi confronti dopo la denuncia, gli costò un aggravamento della misura: l'uomo finì ai domiciliari dal 20 luglio, per un mese circa, prima della revoca disposta a seguito della richiesta dell'avvocato difensore Christian Brighi. A settembre la decisione di fare irruzione di notte, per un confronto con l'ex moglie, dalla quale si era separato 6 mesi prima. Il suocero e lo zio della donna lo affrontarono -quest'ultimo temeva che fosse entrato in casa un ladro - e sorse un parapiglia, nel quale ebbe la peggio proprio lo stalker, uscito dall'ospedale con una prognosi di 15 giorni. Nella prossima udienza, prevista a febbraio, il suocero si costituirà parte civile dopo aver dato mandato all'avvocato Torquato Tristani.