Gioved 22 Agosto01:20:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Novafeltria: si lancia con l'auto contro la corriera su cui viaggiava la ex. Lo stalker finisce in manette

Cronaca Novafeltria | 13:31 - 03 Novembre 2017 Novafeltria: si lancia con l'auto contro la corriera su cui viaggiava la ex. Lo stalker finisce in manette

Un caso di stalking in Alta Valmarecchia si è concluso con l'arresto di P.R., un 63enne originario di Sant'Agata Feltria, residente a Novafeltria, da venerdì mattina ai domiciliari. I fatti hanno avuto inizio a luglio: la donna che conviveva con lui, stanco del suo comportamento aggressivo, era pronta a lasciarlo. Lui, spesso alterato dall'abuso di alcool, finì per aggredirla, procurandole lesioni e costringendola alle cure del pronto soccorso. Nel mese successivo l'ormai ex compagna dell'arrestato si stabilì a casa del nuovo compagno: ebbero inizio allora gli atti persecutori da parte del 63enne, non rassegnato alle decisioni della donna. Continue chiamate telefoniche, intimidazioni con minacce di morte in particolar modo verso il nuovo fidanzato di lei ("ti sparo con il fucile"), quattrocento messaggi inviati in pochi giorni, appostamenti e pedinamenti. In un caso i Carabinieri erano intervenuti per permettere alla malcapitata di uscire di casa e raggiungere la propria automobile, sorvegliata a vista dal 63enne. In un'altra occasione l'uomo si era lanciato con la propria vettura all'inseguimento dell'autobus su cui viaggiava la ex, cercando di arrestare la corsa del mezzo con manovre spericolate. Neppure la denuncia per atti persecutori e minaccia aggravata fece desistere il 63enne, che si inventò la richiesta, da parte del Maresciallo dei Carabinieri, di un incontro tra i due ex conviventi per risolvere la situazione definitivamente. Incontro che non è mai avvenuto, non essendo la donna caduta nel raggiro e avendo informato prontamente le forze dell'ordine.