Marted́ 19 Novembre20:31:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stupri Rimini, 15enne magrebino picchia compagno di 'cella'. L'avvocato Ghiselli rinuncia al mandato

Cronaca Rimini | 10:40 - 04 Ottobre 2017 Stupri Rimini, 15enne magrebino picchia compagno di 'cella'. L'avvocato Ghiselli rinuncia al mandato

Nuovi guai per il minore dei due fratelli magrebini, indagati per gli stupri della notte tra il 26 e il 27 agosto. Il giovane, 15 anni, attualmente recluso al carcere dei minori di Bologna, è stato protagonista di una rissa avvenuta proprio dietro le sbarre, con il suo compagno di cella. Ad avere la peggio è stato proprio quest'ultimo, un 16enne italiano. Ora il magrebino rischia un nuovo procedimento per lesioni. Nel contempo la sua famiglia ha nominato un altro legale, l'avvocato Marco Defendini, per difendere sia lui che il fratello maggiore nel processo sugli stupri di Rimini. Ha invece rinunciato al mandato l'avvocato Paolo Ghiselli, che spiega: "Il mio studio ha prestato assistenza ai due minorenni che si sono costituiti e che sono stati invitati ad comportamenti collaborativo. I magistrati avranno il compito di giudicare i reati che hanno confessato. Il coinvolgimento di altro legale di cui sono venuto a conoscenza in data odierna ha comportato una mia riflessione sulla prosecuzione del mio  mandato difensivo ed e' per questo che ho deciso di rinunciare".