Luned́ 02 Agosto20:57:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sesso, potere e arrampicatori sociali nell'ultimo romanzo del riminese Mario Pinzi, 'Bye Bye Gigolò'

Attualità Rimini | 12:53 - 28 Settembre 2017 Sesso, potere e arrampicatori sociali nell'ultimo romanzo del riminese Mario Pinzi, 'Bye Bye Gigolò'

Sabato 30 settembre 2017, alle ore 18,30, presso la libreria Mondadori Multicenter di Bologna (Via M. D’Azeglio 34/A), il giornalista e scrittore Mario Pinzi, nato a Rimini ma bolognese di adozione, presenta il suo nuovo romanzo “Bye bye Gigolò”, edito da Vertigo Edizioni. Potere, carriera, sesso e disastro sociale sono i temi di questo intrigante romanzo che induce il lettore a un’attenta riflessione ma anche a una piacevole lettura. Fil rouge del romanzo è la canzone “Tuo per sempre”, incisa da autori importanti della musica leggera.
 
Un’adolescenza tormentata dalla satiriasi, segnata da un bisogno spasmodico di fare l’amore, passata a sognare una vita normale con una sola donna. Parte da qui l’irresistibile vita di Alessandro Nardi, geniale ragazzo fiorentino diventato, nel corso di un ventennio, uno dei personaggi più famosi di Hollywood. Sensibile, generoso e instancabile nel fare l’amore, il protagonista non esiterà a mettere in gioco il potere raggiunto per entrare nell’olimpo della cinematografia mondiale. Alessandro, dal regno dei morti, torna sulla scena della vita per fare emergere il volto del suo assassino. In Europa una giovane nobildonna, Sara De Santis, verrà scelta per essere il fulcro catalizzatore di innumerevoli destini spezzati. I misteri rimasti incompiuti in un’altra epoca, al suo passaggio, si ricompongono mettendosi in moto verso la verità. Il romanzo non racconta solo la fantastica storia di un grande personaggio, ma sottolinea che ognuno di noi, nonostante gli errori commessi, non viene mai abbandonato, e pone l’accento sul dramma di una umanità che ha smesso di credere nel Salvatore.
 
E così, pagina dopo pagina, ha preso corpo la trama di “Bye bye Gigolò”, un titolo che per la sua grazia maliziosa già invoglia alla lettura e che si dipana sullo sfondo di un assunto: «L’uomo e la donna sono stati creati per compensarsi come l’acqua e la sete. Soli non siamo nulla, uniti siamo tutto».

< Articolo precedente Articolo successivo >