Domenica 01 Agosto01:13:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, Parco Cervi tra sbandati, senzatetto e spacciatori. Si chiede più sicurezza e controlli

Cronaca Rimini | 09:27 - 28 Settembre 2017 Rimini, Parco Cervi tra sbandati, senzatetto e spacciatori. Si chiede più sicurezza e controlli

La doppia "faccia" di Parco Cervi a Rimini. Luogo di incontro, di relax e di gioco per adulti e bambini ma anche crocevia di elementi poco raccomandabili. Un lettore di altarimini.it ha scritto alla nostra redazione segnalando la situazione. "Da tempo, quotidianamente e a tutte le ore, si radunano gruppi di elementi poco rassicuranti" dice il nostro lettore "che mostrano spesso atteggiamenti intimidatori e strafottenti a chi li osserva o a chi anche solo chiede di poter passare visto che il più delle volte occupano la pista ciclo pedonale." Oltre a creare spazi di degrado, dice ancora il nostro lettore, aumenta anche il senso di insicurezza "per tutti coloro che quotidianamente utilizzano il parco e che spesso si trovano costretti a cambiare strada, in particolare quando, soprattutto nei giorni  di maltempo o di freddo, questi occupano e  considerano loro proprietà esclusiva il sottopassaggio."

Disagio e rabbia nelle parole del nostro lettore "trattandosi presumibilmente di rifugiati o richiedenti asilo (così mi è stato riferito dalle forze dell'ordine che, per quanto intervengano a fare controlli non hanno, loro malgrado, adeguati strumenti per risolvere la situazione), mantenuti a spese dei contribuenti,  appare chiaro che oltre al danno vi sia la beffa nel vedere come questi elementi, per altro vestiti all'ultima moda, con cellulari biciclette e altri accessori nuovi di zecca e di dubbia provenienza,   non siano soggetti ad alcun tipo di controllo da parte delle cooperative o dell'amministrazione comunale che li hanno in carico".

< Articolo precedente Articolo successivo >