Mercoledý 22 Novembre03:38:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stupri Rimini, scatta la querela per chi ha diffuso le foto false dei tunisini indicati come violentatori

Cronaca Rimini | 16:38 - 13 Settembre 2017 Stupri Rimini, scatta la querela per chi ha diffuso le foto false dei tunisini indicati come violentatori

La Procura di Rimini ha aperto un fascicolo per diffamazione e divulgazione di notizie false e tendenziose, atte a turbare l'ordine pubblico, relativamente a una falsa notizia apparsa in rete nei giorni successivi agli stupri della notte tra il 25 e il 26 agosto. Nella notizia condivisa in rete, venivano indicati come gli stupratori quattro tunisini, con tanto di loro foto segnaletica, relativa però a un'operazione anti-droga della Polizia. La denuncia è stata presentata da due dei quattro tunisini, ma il fascicolo potrebbe allargarsi ad altre bufale comparse in rete. Da quel che trapela, pare che due dei tunisini abbiano ricevuto pesanti minacce in carcere, a seguito della pubblicazione di quella falsa notizia.

Area SondaggiIl sondaggio

Rimini seconda città più pericolosa in Italia