Sabato 27 Novembre15:20:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La protesta dei residenti: "degrado e incuria nel parco, rischio per adulti e bambini". FOTO

Attualità Rimini | 15:45 - 10 Settembre 2017 La protesta dei residenti: "degrado e incuria nel parco, rischio per adulti e bambini". FOTO

I condomini di via Tommaso Campanella a Bellariva lamentano l'incuria in cui il Comune di Rimini ha lasciato un'area pubblica adiacente ad alcune palazzine della via. "Ho fatto diverse segnalazioni dallo scorso 21 febbraio all'Urp di Rimini, per lo stato di abbandono del parco pubblico e di tutto il camminatoio, rimaste inevase", spiega uno dei residenti tra i civici 13 e 19. La situazione più problematica è quella del camminatoio: le mattonelle si stanno staccando, complice anche l'erba selvatica, sono così frequenti casi di persone, soprattutto anziani, che vi inciampano. "Una sera c'erano alcuni sbandati che si tiravano addosso i mattoncini", ci racconta il nostro testimone. La situazione di disagio è iniziata nel 2008: dopo la costruzione dei condomini, l'area in questione è stata ceduta al Comune di Rimini. Prima tenuta con massima cura dai residenti, attraverso un sistema di irrigazione automatico, l'area verde è soggetta a poche manutenzioni ("Vengono a tagliare l'erba ogni tanto") e sono inoltre rimaste inevase le richieste di intitolazione e di installazione, come da legge, di un cartello di parco pubblico. "Almeno ci hanno cambiato le altalene, dopo 3-4 mesi di solleciti", mentre un albero è morto perché non innaffiato. In più c'è anche un cordolo rotto, che qualche mese fa ha provocato la caduta di un bambino, feritosi al mento. Sottolineate gentilezza e disponibilità dei responsabili dell'Urp, gli abitanti del quartiere non si spiegano l'inerzia di Anthea, a fronte delle segnalazioni trasmesse dall'Urp stesso, meno quella del Comune di Rimini: 'Non siamo San Giuliano e non ci sono locali di grido, per questo siamo dimenticati', è l'amara conclusione.

< Articolo precedente Articolo successivo >