Martedý 26 Settembre18:56:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fatturazioni false, 26 avvisi di fine indagine

Cronaca Ravenna | 16:56 - 14 Luglio 2010 Fatturazioni false, 26 avvisi di fine indagine

Decine di società inattive rette da prestanome e create solo per emettere fatture false per dimostrare operazioni inesistenti e poi riciclare i guadagni attraverso i conti di operatori compiacenti, in un caso pure a San Marino. Ma anche un filone parallelo che porta all'ipotesi di truffa aggravata ai danni di due società, Postel spa (partecipata dal ministero dell'Economia) ed Elsag spa (controllata da Finmeccanica). E' il quadro accusatorio di un'indagine della guardia di Finanza di Ravenna - nucleo di Polizia Tributaria - che nei giorni scorsi, come anticipato da alcuni quotidiani locali, dopo quattro anni di verifiche ha portato alla notifica dell'avviso di conclusione per 26 persone. L'inchiesta - coordinata dal Pm Francesco Alvino - era partita nel 2005 da un accertamento bancario sull'avvocato Franco Iori, 74 anni, originario di Reggio Emilia ma residente in Repubblica Ceca e presunto fulcro delle società 'cartiere'. Tra gli indagati, a vario titolo, compaiono anche l'imprenditore immobiliare ravennate Giuseppe Musca, 60 anni, originario di Palermo e a inizio anni '80 vicesindaco della citta' romagnola con i socialisti; l'ex direttore finanziario della 'Ferruzzi' Edoardo Latella, 72 anni, originario di Messina ma residente a Milano; e Giovanni Crosara, 43 anni, di Rimini, all'epoca dei fatti direttore dell'agenzia di Dogana della Banca Commerciale Sammarinese.

Area SondaggiIl sondaggio

Rimini calcio, ancora protagonista?