Venerdė 27 Novembre15:42:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

450 artisti stranieri a Italia in Miniatura

Spettacoli Rimini | 15:33 - 04 Aprile 2008

Una colorata e multietnica folla di giovani talenti dell’Est europeo sceglie il parco tematico di Viserba per una pausa mezzo alla tournèe. E il loro show improvvisato strappa applausi. Il pubblico di Italia in Miniatura è abituato a diversi suoni e rumori: dai gridolini tra il divertimento e l’eccitazione che provengono dalla Monorotaia e da Sling Shot, la fionda mozzafiato, agli annunci nelle stazioni ferroviarie dove si incrociano i celebri trenini del parco, ma il suono di una Balalaika, il tipico strumento a corde russo dal profilo triangolare,  è un fatto decisamente insolito. Eppure è successo anche questo Venerdì 4 aprile,  quando 450 giovani artisti dall’Est Europeo in pausa relax al Parco Tematico riminese, hanno accennato note di canzoni tipiche accompagnandole con strumenti tradizionali, sulle quali un gruppetto di piccolini ha accennato qualche passo di danza tipica, suscitando meraviglia e un applauso a scena aperta da parte dei visitatori presenti. Accompagnata da genitori e fratellini, da troupe delle TV di Stato Bulgara e Polacca e dal responsabile dell’Art Center Karnolsky di Sofia, che da anni raccoglie questi giovani talenti e li porta a esibirsi in tutta Europa, una piccola folla multietnica composta da bambini e ragazzi dai 5 ai 20 anni  ha girato il parco in lungo e in largo prendendo d’assalto le gondole di “Venezia” e le rapide di “Canoe” , fra una sosta prolungata al “Lunapark della Scienza” e la conquista dell’immancabile souvenir da portare a casa.  Fra loro Bulgari e Romeni dai tratti familiari, biondissimi Russi, Bielorussi Polacchi, Cechi e Ucraini, fino ai Kazachi dagli occhi a mandorla. Per i prossimi ponti di primavera il parco, che ha aperto il 15 marzo scorso, prevede un aumento di turisti e visitatori stranieri che come i piccoli artisti provengono dai Paesi dell’Est Europa. Questi ultimi  hanno gradito tanto la visita al parco da volerci tornare anche il giorno dopo: anche per loro, come per tutti i visitatori grandi e piccini che acquistano il biglietto per Italia in Miniatura, l’entrata al parco è gratuita il giorno successivo.