Venerdý 30 Ottobre20:49:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

24 ore di pallavolo: vincono gli “Orange”

Sport Riccione | 10:07 - 21 Luglio 2008

IMG_1331.jpg

Alle 18 di domenica 20 luglio, come da copione, si è conclusa la quindicesima edizione della 24 ore di pallavolo organizzata dal Volley Riccione. La società della Polisportiva ha ancora una volta brillato nell’organizzazione di un avvenimento ormai tradizionale. A disposizione degli atleti, per tutte le 24 ore del “megapartitone”, sono stati a disposizione lettini, ombrelloni, musica, accesso gratuito in piscina (anche nelle ore notturne), frisbee e stand gastronomico con menu a base di pesce e pizza. C’è stato poi chi, di notte, si è fermato a dormire accanto al campo da gioco (allestito di fianco alla vecchia piscina) montandosi una bella canadese in attesa del proprio turno.
Gli atleti (maschi, femmine, ex pro, amatori, giocatori della domenica…) si sono iscritti singolarmente in una delle due squadre che si affrontavano: “Yellow” (Gialli) ed “Orange” (Arancioni). Questo ha creato un notevole equilibrio che si è protratto fino alla fine della 24 ore, con le squadre a superarsi l’una con l’altra. Ed anche un bel clima di amicizia, con i più esperti ad incoraggiare i meno bravi. Alla fine l’hanno spuntata gli Orange vincendo 35 set a 31 nell’arco della “superpartita”.

Contestualmente all’avvenimento, è andato a buon fine anche il tentativo di Stefano Maestri, direttore della Polisportiva Comunale, di battere il suo record di corsa in acqua nella piscina da 50 metri all’aperto dello Stadio del Nuoto. Maestri ha corso per 4 ore e 42 minuti battendo di 7 minuti il suo precedente record. Nella prova è stato aiutato da Massimo Pironi, presidente della Polisportiva e da Alessandro Casadei, assessore allo Sport del Comune di Riccione, che hanno corso al suo fianco per diversi tratti della gara.