Domenica 29 Novembre00:26:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

15-18 aprile: Rimini ospita autorità 15 paesi via di sviluppo

Eventi Rimini | 15:50 - 08 Aprile 2008 15-18 aprile: Rimini ospita autorità 15 paesi via di sviluppo

Discutere del disagio mentale nei paesi a basso reddito e dei progetti concreti per farvi fronte mettendo a confronto le situazioni e le esperienze di 15 paesi sparsi nei cinque continenti. E' questo l'obiettivo di fondo del meeting internazionale che si svolgerà a Rimini dal 15 al 18 aprile. Ad organizzarlo con il contributo della regione è 'Cittadinanza', onlus che si occupa di questo problema dal 1999, presieduta dall'imprenditore riminese Maurizio Focchi, che ha presentato il convegno insieme all'assessore regionale alla salute Giovanni Bissoni. Nel mondo, secondo le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), ci sono oltre 450 mln di persone che sono affette da disturbi mentali - ha ricordato Focchi - e solo il 9% riceve cure adeguate. Il restante 91% è diviso fra chi riceve cure inadeguate e chi non ne riceve affatto, e si tratta di persone che vivono per la stragrande maggioranza in paesi a basso reddito dove proliferano manicomi che sono dei veri e propri lager.

Durante le quattro giornate di lavoro - che saranno ospitate presso l’Hotel Continental di Rimini (viale Vespucci 40) -, i professionisti e gli esperti internazionali di salute mentale saranno chiamati a commentare i piani di sviluppo del sistema di salute mentale elaborati dai 15 paesi presenti al meeting in seguito all’utilizzo del sistema WHO-AIMS (World Health Organization - Assessment Instrument for Mental Health System). Promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e utilizzato fino ad oggi da 60 paesi, lo strumento WHO-AIMS consente alle autorità nazionali che lo adottano di condurre autonomamente il processo di valutazione e monitoraggio del proprio sistema sanitario, in modo da poterne cogliere i punti di forza, di debolezza, di valutarne l’adeguatezza e quindi elaborare interventi e progetti di sviluppo con obiettivi precisi per rispondere ai bisogni dei malati.