Luned 29 Maggio14:39:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Accessibilità alla Fiera, collegamenti con San Marino e potenziamento porto: ecco gli obiettivi del piano trasporti

Attualità Rimini | 15:46 - 17 Febbraio 2017 Accessibilità alla Fiera, collegamenti con San Marino e potenziamento porto: ecco gli obiettivi del piano trasporti

Forme innovative di trasporto pubblico, azioni trasversali per intervenire in maniera più concreta sulla qualità dell’aria e l’accessibilità alla Fiera sono alcuni dei temi che ieri l’assessore ai Trasporti e alla pianificazione urbanistica del Comune di Rimini Roberta Frisoni ha portato all’attenzione della conferenza programmatica del PRIT, il Piano Regionale dei Trasporti, ovvero lo strumento di pianificazione con cui la Regione anche attraverso il contributo degli enti locali individua scelte, strategie e obiettivi che poi saranno recepiti e sviluppati dai Comuni.
Nelle proposte del Comune di Rimini, che saranno presentate formalmente alla Regione nelle prossime settimane, si sottolinea l’opportunità di alcune scelte già presenti nei Prit precedenti: la centralità del Trasporto Rapido Costiero per la nuova mobilità cittadina, la necessità di progettare ulteriori collegamenti su percorsi preferenziali nelle direttrici verso Fiera – Santarcangelo e San Marino, l’importanza strategica della variante alla SS16, la necessità del potenziamento dei collegamenti ferroviari - sia sull’asse Rimini Bologna sia sulla dorsale Rimini Ravenna, la centralità della mobilità attiva, ciclabile e pedonale (attraverso ad esempio l’implementazione delle piste ciclopedonali, delle Zone 30 e isole pedonali). “Oltre a questi temi già noti – sottolinea l’assessore Frisoni – crediamo sia importante riflettere su altri aspetti, a partire dalla necessità di sostenere forme innovative di trasporto sostenibile, sia per il pubblico sia per il privato. Un aspetto particolarmente importante per accompagnare i processi di rigenerazione in corso, a partire ovviamente dal progetto Parco del Mare. In particolare crediamo sia importante testare e implementare forme innovative per i collegamenti di ‘ultimo miglio’, cioè tra le fermate dei servizi di trasporto pubblico e la spiaggia. Tenendo conto anche delle sperimentazioni in corso a livello internazionale, abbiamo quindi proposto l’apertura di una riflessione affinché parte dei contributi che la Regione dedica al trasporto pubblico locale siano destinati a testare ed attuare nuovi servizi più flessibili, che possano essere complementari ai servizi tradizionali”.
Per quanto riguarda la variante della Statale 16, “deve divenire l’asse di scorrimento urbano che consentirà di liberare dalle auto la parte più pregiata e più urbanizzata del territorio comunale”. Nell’ambito della variante, “può essere approfondita la proposta di un terzo casello autostradale, da localizzare a servizio della Fiera di Rimini, o verificare il miglioramento del collegamento tra casello di Rimini Nord con la Fiera”.
L’accessibilità alla Fiera, una delle realtà più dinamiche nel contesto nazionale e uno dei motori di sviluppo del territorio, è un altro dei punti sottoposti alla Regione. “Proprio per dare ulteriore spinta a questo motore, crediamo sia indispensabile rivedere i collegamenti di trasporto pubblico con la struttura, ad oggi non adeguati soprattutto in occasione degli appuntamenti fieristici di maggior rilievo – sottolinea l’assessore Frisoni – A questo scopo chiediamo alla Regione di farsi promotrice di un tavolo di lavoro per valutare il potenziamento dell’accessibilità ferroviaria e dell’accessibilità veicolare privata, coinvolgendo i vari soggetti competenti, da RFI e Trenitalia, a Società Autostrade”. In questa direzione va anche la necessaria valorizzazione dell’aeroporto Federico Fellini – comprensiva anche del miglioramento dell’accessibilità allo stesso - e il potenziamento del porto di Rimini, che deve essere dotato di servizi passeggeri e commerciali, in relazione in particolare ai collegamenti veloci marittimi con Croazia e Slovenia.
Punto ambizioso, ma percorribile è il collegamento su corsia riservata tra Rimini e la Repubblica di San Marino, approfondendo lo studio già svolto dalla Provincia per verificare il ripristino delle funzioni che assicurava in passato la ferrovia.
Capitolo a parte per il tema del trasporto delle merci, che per oltre l’80% avviene su gomma. Alla Regione è stato sottolineato come sia fondamentale che nelle aree dei centri storici e dei lungomare, sia introdotto un sistema di controllo degli accessi per rendere ambientalmente sostenibile il trasporto delle merci. “L'obiettivo - sottolinea l’assessore Frisoni  - è ridurre del 50% il numero dei mezzi in circolazione, diminuendo contemporaneamente il numero dei viaggi. Puntiamo a liberare il mare e il centro dai mezzi inquinanti nel centro e al mare, migliorando l’ambiente e la vivibilità di due aree pregiate”.
Infine, il Comune di Rimini chiede che nel Prit il tema dell’inquinamento atmosferico sia affrontato mettendo in pratica azioni trasversali che coinvolgano le politiche di sanità pubblica, educazione, tutela dell’ambiente e mobilità. “Giustamente si considerano gli incidenti stradali come un problema oltre che di sicurezza, anche di sanità pubblica – sottolinea l’assessore Frisoni – E per affrontarlo si mettono in campo azioni mirate per educare gli utenti della strada a comportamenti corretti. Anche le patologie legate all’inquinamento atmosferico rappresentano però un problema di sanità pubblica e che dunque debbano essere affrontate con lo stesso approccio, adottando cioè azioni trasversali che possano innescare un significativo mutamento delle abitudini di spostamento dei cittadini, promuovendo quindi le forme di mobilità sostenibile di chi vive, lavora o frequenta occasionalmente il nostro territorio. E’ un passo fondamentale per far sì che gli scenari infrastrutturali e di servizio delineati dal PRIT si trasformino realmente in un nuovo modo della comunità di vivere e pensare la mobilità”.

Concorso - Gioca e Vinci con Altarimini!
In palio biglietti Benji e Fede

Benji e Fede all'Arena della Regina Cattolica il 25 Giugno. Partecipa e vinci i biglietti! Note: ogni singolo vincitore riceverà due biglietti. Vincitori e accompagnatori dovranno recarsi alla cassa con un documento di identita'. I loro nomi saranno già accreditati per l'ingresso gratuito.

biglietti Benji e Fede

Concorso n°113/2017 - Premi in palio: 1 coppia biglietti

Scade il 11/06/2017

INIZIA A GIOCARE! Archivio Concorsi
Area SondaggiIl sondaggio

Spostamento campo nomadi a Rimini, cosa ne pensi?