Marted 24 Gennaio08:19:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO: Rimini come era negli anni 20, il folle decennio in mille scatti nel foyer del Teatro Galli

Cultura Rimini | 16:23 - 13 Dicembre 2016

Mille immagini, tra fotografie e cartoline d’epoca, la gran parte inedite, per raccontare la Rimini del cosiddetto “decennio folle”. Questo l’oggetto de la “Rimini negli anni ‘20”, la mostra allestita grazie alla collezione privata dell’avvocato Alessandro Catrani che si svolgerà, dal 18 dicembre al 29 gennaio prossimi, nel foyer del Teatro Galli. Dopo l’edizione dello scorso anno intitolata “La prima stagione”, dedicata agli esordi della Rimini balneare, il secondo capitolo della storia della nostra città raccontata attraverso le immagini d’epoca. L’intento della mostra, come affermato dallo stesso curatore, è quello di ricreare un affresco storico fedele della Rimini dal 1919 al 1929, dunque dalla fine della Grande Guerra passando per l’avvento del Fascismo per finire alla crisi economica del ’29. Una città che in tali anni diviene, nell’immaginario collettivo, “la spiaggia più bella del mondo” ma che, più in generale, è parte di una grande rivoluzione artistica, politica, culturale e di costume tipica di quel decennio. Correlate alla mostra un ciclo di 5 conferenze che approfondiranno temi quali l’architettura riminese tra il 1920 e il 1930, , la moda riminese negli anni Venti o la mondanità dei tè danzanti e dei veglioni dell’epoca.

Concorso - Gioca e Vinci con Altarimini!
In palio biglietti Arturo Brachetti

Arturo Brachetti al Nuovo Teatro Carisport di Cesena lunedì 13 febbraio ore 21. Partecipa e vinci i biglietti! Note: ogni singolo vincitore riceverà due biglietti. Vincitori e accompagnatori dovranno recarsi alla cassa con un documento di identita'. I loro nomi saranno già accreditati per l'ingresso gratuito

biglietti Arturo Brachetti

Concorso n°110/2017 - Premi in palio: 1 coppia di biglietti

Scade il 03/02/2017

INIZIA A GIOCARE! Archivio Concorsi
Area SondaggiIl sondaggio

Spiaggia Rimini aperta inverno, cosa ne pensate?