Venerdė 18 Agosto20:35:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Emilia Romagna: nuova legge per la raccolta dei tartufi

Attualità Sant' Agata Feltria | 18:48 - 29 Marzo 2011 Emilia Romagna: nuova legge per la raccolta dei tartufi

l'Assemblea legislativa regionale ha approvato a larga maggioranza (il Pdl ha votato con il centrosinistra; Lega nord astenuta; no da 5 Stelle) la nuova legge per la 'Disciplina della raccolta, coltivazione e commercio dei tartufi' in Emilia-Romagna. Le nuove norme modificano la precedente legge regionale 24/91, adeguando le norme ad altri cambiamenti già avvenuti nella legislazione regionale, nazionale ed europea. Presentato da numerosi consiglieri del Pd (relatore Mario Mazzotti), il testo aveva fatto discutere all'inizio del suo iter legislativo per la relazione che, accogliendo Sant'Agata Feltria in Emilia-Romagna, ha fatto credere alle altre località tartuficole della regione che si riservasse a quel comune un particolare privilegio nel settore. Un'accurato e complesso esame in commissione, e diversi interventi anche sul territorio, hanno poi rassicurato: saranno promosse tutte le manifestazioni e rassegne dedicate al tartufo in Emilia-Romagna. Dando spazio a inedite prospettive di valorizzazione ambientale, turistica e commerciale. Sono previsti anche contributi (a enti pubblici e privati) per organizzare e sviluppare fiere, mostre, manifestazioni e convegni, anche di promozione della gastronomia legata al tartufo. Fondi regionali anche per le Province, che hanno il compito di favorire intese e accordi fra tutti i soggetti del settore. I Comuni invece devono provvedere, tramite i propri regolamenti del verde pubblico e privato, a valorizzare le piante tartufigene. La Regione promuove così interventi di conservazione e valorizzazione della produzione del tartufo, anche incentivando la collaborazione tra tartufai e proprietari dei terreni. E, attraverso intese tra produttori, proprietari, raccoglitori, Enti locali, parchi e consorzi di bonifica, ha anche il compito di favorire la nascita di associazioni locali, per migliorare e tutelare il patrimonio tartuficolo e la raccolta, e insieme valorizzare il bosco, elemento essenziale alle tartufaie.

Area SondaggiIl sondaggio

Vacanze, dove andranno i riminesi?